Gianluca Benamati | Nodo di Casalecchio strategico per la mobilità dei cittadini e la competitività
772
post-template-default,single,single-post,postid-772,single-format-gallery,ajax_leftright,page_not_loaded,boxed,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Nodo di Casalecchio strategico per la mobilità dei cittadini e la competitività

Nodo di Casalecchio strategico per la mobilità dei cittadini e la competitività

Nodo di Casalecchio

Cartina del nodo di Casalecchio

Il finanziamento di 156 milioni di euro per il nodo di Casalecchio è una notizia positiva: quest’opera migliorerà la mobilità e renderà più competitivo e attrattivo un comparto strategico del territorio metropolitano, con effetti positivi anche per l’Appennino. Le decisioni del Cipe sono significative per lo sviluppo di Bologna e dell’Emilia-Romagna e confermano la strategia dei governi di centrosinistra di concentrare gli sforzi sulla crescita, da sostenere anche con investimenti pubblici per realizzare opere che guardano al futuro. E i risultati li stiamo cogliendo, soprattutto in questa regione: l’Emilia-Romagna è prima in Italia per crescita del Pil e con un tasso di disoccupazione in calo costante. Un territorio che meglio di altri ha risposto alle politiche industriali nazionali e che è sempre più un modello da seguire. I finanziamenti ottenuti oggi sono anche evidenza del peso sempre maggiore dei nostri territori nel rapporto con il governo nazionale, frutto del buon lavoro svolto dagli amministratori locali e da tutti i rappresentanti del territorio nelle istituzioni, che hanno saputo interpretare le esigenze dei cittadini e del mondo delle imprese e trovato le risposte. E’ la politica della concretezza, tratto distintivo delle nostre amministrazioni. Le stesse che metteranno tutto il loro impegno per velocizzare l’iter di realizzazione delle opere

No Comments

Post A Comment

Benvenuto *